RIETI HA VINTO. CAPUANO: “UN REGALO PER IL POPOLO REATINO!”. MARCHI: “QUESTO E’ LO SPIRITO GIUSTO PER SALVARSI”

Il derby è del Rieti. Vittoria contro la Viterbese grazie al gol, nel primo tempo, di Alessandro Marchi. Una prova di carattere dei ragazzi di mister Capuano che guadagnano tre punti fondamentali in vista dello sprint finale per la salvezza.

 

Le dichiarazioni di mister Capuano al termine della gara: “Una vittoria dal valore inestimabile, che amplifica la nostra media di 8 punti in 5 partite. Noi lavoriamo in maniera maniacale, abbiamo studiato l’avversario che è una squadra molto forte. Noi siamo una squadra molto giovane, ma una squadra che non prende gol. Oggi abbiamo concesso un solo tiro ad una macchina da gol, grande merito ai ragazzi. Sono contento per la gente di Rieti e per il bel pubblico giunto allo stadio, una vittoria meritata. La grande soddisfazione è un gol arrivato da uno schema provato in settimana tante volte, è l’apoteosi per un allenatore vincere così. Sapevamo che dovevamo far venire fuori l’avversario e lo abbiamo fatto bene. Quando vinci su una giocata preparata è davvero il massimo, ma non abbiamo fatto ancora nulla, una vittoria importante, ma non abbiamo fatto ancora nulla. La situazione di classifica è ancora particolare in questo campionato altrettanto strano. Abbiamo vinto a Vibo e oggi, ma anche nelle altre agre abbiamo fatto davvero bene. Quando ti applichi in allenamento poi le prestazioni arrivano, oggi siamo andati al limite lottando e senza concedere nulla. Loro hanno cambiato molto la disposizione tattica, ma ho saputo tenere la squadra sicuramente con esperienza. Nessuno molla, il girone di ritorno è una battaglia, le altre squadre si sono rinforzate e non vogliono retrocedere, però noi ci siamo e i numeri lo dimostranoIn campo abbiamo giocato con molti giovani, il resto sono chiacchiere, la squadra che gioca con più giovani in Europa è il Rieti. Io mi definisco l’uomo del popolo, ovunque alleni, e io oggi rappresentavo il popolo reatino che teneva moltissimo a questa partita, e siamo stati bravi a trasmettere questo ai ragazzi. Un ringraziamento a chi ci ha sostenuto per 97 minuti. Per Marchi non ci sono parole, è il prototipo di Capuano allenatore. Con Cernigoi sono stato bravo perchè mi sono comportato come un padre di famiglia, oggi non ha giocato Maistroad esempio, ma serve coraggio nelle scelte. Siamo stati bravi, perchè sapevamo come sarebbe stata la gara degli avversari, gli abbiamo chiuso gli spazi in verticale e abbiamo fatto tutto con molta precisione.”

Le parole di Alessandro Marchi: “A gennaio con l’arrivo del mister sono cambiati molti ragazzi e nel calcio l’affiatamento è importante. Il mister va ascoltato e se facciamo quello che dice le cose vanno bene. Dobbiamo salvarci e dobbiamo lottare su ogni palla, stiamo crescendo, anche con il Trapani abbiamo giocato bene, ma oggi abbiamo fatto benissimo contro una big e dobbiamo essere orgogliosi del risultato. Ora bisogna continuare su questa lunghezza d’onda. Il gol è una giocata provata durante tutta la settimana, bravo Zanchi a pescarmi in area di rigore. Le mie caratteristiche principali sono corsa e grinta, con il mister mi trovo bene e quando mi ha voluto qui a Rieti sono subito corso da lui, ero a Pesaro, ma credo motlo in Capuano che a San Benedetto mi ha fatto esprimere ad alto livello. Il pressing è un lavoro settimanale fatto su misura sull’avversario, sapevamo che la loro forza era la verticalizzazione rapida e con abnegazione abbiamo evitato pericoli, questo è lo spirito giusto per salvarci.”

 

TABELLINO

RIETI-VITERBESE 1-0

MARCATORI: Marchi al 18’ p.t.

 

RIETI (3-5-2) Marcone; Delli Carri, Gigli (dal 40’ s.t. Scardala), Zanchi; Brumat, Marchi (dal 45’ s.t. Palma), Carpani (dal 24’ s.t. Garofalo), Venancio, De Vito; Gondo (dal 24’ s.t. Maistro), Cernigoi (dal 40’ s.t. Tommasone). All. Capuano.

 

VITERBESE (3-5-2) Valentini; Atanasov, Rinaldi, Sini (dal 1’ s.t. Zerbin); De Giorgi, Palermo, Damiani, Tsonev (dal 23’ p.t. Pacilli), Mignanelli (dal 29’ s.t. Molinaro); Vandeputte (dal 7’ s.t. Luppi), Polidori (dal 7’ s.t. Bismark). All. Calabro.

 

ARBITRO Carella di Bari.

 

NOTE paganti 563, abbonati 220, incasso 5275 euro. Espulsi Damiani al 13’ s.t. e Coda dalla panchina 50’ s.t.; ammoniti Sini, Carpani, Mignanelli, Atanasov, Marcone, Rinaldi, Palermo. Angoli 1-13.