RIETI-MONOPOLI 1-1. FESTA ALLO “SCOPIGNO”, PREMIATI GONDO, CAPUANO E IL PRESIDENTE CURCI. AL FISCHIO FINALE L’ABBRACCIO DEI TIFOSI

CRONACA –  L’ultima gara casalinga della stagiona termina in parità. Al vantaggio di Cerniogi nel primo tempo risponde Gerardi nella ripresa, un punto che permette al Rieti di salire a quota 38 consolidando il 15esimo posto in classifica.
Gara dalle grandi emozioni già dalle prime battute con gli amarantocelesti determinati a sbloccare la gara: all’11’ è Cernigoi a gonfiare la rete, un gol fotocopia di quello che è valso la salvezza a Bisceglie, bravo a sfruttare la sponda di De Vito da calcio piazzato di Carpani. Il Rieti insiste, ma il Monopoli è bravo a difendersi restando incollato alla partita. Nella ripresa è decisivo l’ingresso in campo di Gerardi lesto a sfruttare una indecisione difensiva reatina per pareggiare i conti. Il Monopoli spinge sull’acceleratore e sfiora il vantaggio, ma la grande occasione per decidere la gara capita sui piedi di Brumat che tenta il tiro a giro trovando i guantoni del portiere avversario.
La gara termina e parte la festa allo “Scopigno” con il pubblico che può abbracciare i propri eroi


COMMENTI –
Le dichiarazioni di mister Capuano: “Questo gruppo rispecchia in pieno il Capuano allenatore. Oggi il risultato può anche passare in secondo piano, ma in realtà dimostra quello che ho sempre detto, ovvero, questa squadra fino all’ultimo minuto di Catania sarà in campo per un solo obiettivo: la vittoria. Oggi ho dato spazio a tanti ragazzi che in questi mesi ho cresciuto come figli, anche nella prossima gara ci sarà spazio per altri ragazzi che hanno avuto poco spazio, ma che hanno contribuito a questo miracolo in maniera impressionante. Dispiaciuto per il gol subito perchè stavamo per cambiare e abbiamo preso la rete del pareggio, ma sono soddisfatto di questi ragazzi che contro una grande squadra hanno fatto davvero bene, tenendo conto che nel finale eravamo molto rimaneggiati e con un esordiente in campo. Di questa avventura mi porterò dentro tante immagini come il vecchietto di 90 anni che a fine partita mi ha detto resta con le lacrime agli occhi. Sarò sempre grato al popolo reatino, mi hanno permesso di scrivere una pagina storica della mia carriera.”

Il Presidente Riccardo Curci: “Paragono questa salvezza alla vittoria dell’anno scorso, un successo che non sarebbe stato possibile senza tutti quelli che da settembre hanno lavorato, anche in condizioni precarie, se loro avessero mollato ora non saremmo qui a parlare di questo grande risultato. Capuano resta? Niente è impossibile. Sicuramente bisogna iniziare a programmare, ho ripreso la società a gennaio e il primo obiettivo era la salvezza, ora possiamo pensare al futuro. Vi assicuro che la scorsa estate è stata molto torrida, ho commesso qualche errore e ne ho pagato le conseguenze, come è giusto che sia, ora voglio gente serie con la quale collaborare. Questo è un club che fa gola a tanti, siamo una società sana con un impianto meraviglioso, speriamo di trovare il progetto migliore per il Rieti senza ripetere errori fatti in passato. Abbiamo allestito una grande squadra a gennaio quindi non dobbiamo porci limiti, siamo neopromossi ma bisogna sempre sognare perchè non costa nulla.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *