EPICO RIETI: SOTTO DI DUE GOL, RIBALTA L’APRILIA, SBANCA IL “QUINTO RICCI” (3-2) E RESTA AL COMANDO. PARLATO ESULTA: “QUESTA E’ UNA SQUADRA CON GLI ATTRIBUTI”

Epico, Rieti! Al “Quinto Ricci” di Aprilia, la formazione amarantoceleste s’impone 3-2 sui padroni di casa inscenando un’incredibile rimonta dopo l’uno-due dei pontini che al 17′ esultano per l’eurogol di Mosciaro e al 20′ sfruttano il rigore di Casimirri per allungare.

Ma la truppa di Venturi non ha ancora fatto i conti con la “banda-Parlato” che sul finire di tempo accorcia le distanze con Marcheggiani su calcio di rigore, poi nella ripresa prende d’assalto la metà campo avversaria, trova il pareggio ancora col bomber di Tarano al 64′ e nel finale – dopo un gol annullato per fuorigioco – trova la rete del definitivo 3-2 con Biondi che trasforma in apoteosi la punizione scodellata a centro area da Scotto.

E dopo 6′ di recupero arriva il triplice fischio dell’arbitro Belfiore e, nonostante il 5-1 dell’SFF Atletico sull’Ostia Mare, il Rieti mantiene la vetta della classifica salendo a quota 26 punti ed allungando a 10 la striscia di risultati utili consecutivi.

BORDOCAMPO

Negli spogliatoi, stremato ma soddisfatto il tecnico Carmine Parlato, che elogia la squadra, riconosce i meriti dell’avversario e invita tutti a concentrarsi già per la sfida di domenica, quando allo “Scopigno” arriverà il Trastevere, messo ko oggi dal Monterosi (2-1).

“Questi ragazzi hanno gli attributi quadrati, lasciatemelo dire – spiega in sala stampa mister Parlato – Andare sotto di due gol, recuperare e vincerla non sarebbe stato facile per nessuno, anche perchè l’Aprilia ha avuto il merito di sfruttare il gran gol di Mosciaro in avvio e il nostro nervosismo che ha prodotto il rigore del raddoppio. Prendere due cazzotto nel giro di 4′ non è salutare e reagire non è semplice: il gol dell’1-2 sicuramente ci ha rimesso in corsa, poi nella ripresa la partita l’abbiamo fatta solo noi passando, tatticamente, al 4-2-3-1 mettendo un altro elemento offensivo a ridosso di Marcheggiani. Gli innesti di Cericola e Graziano, unitamente alla reattività nelle giocate degli altri otto in campo, hanno fatto sì che la squadra restasse costantemente nella loro metà campo e la vittoria è stata la logica conseguenza. A volte – conclude Parlato – le cose ce le complichiamo da soli spendendo il triplo delle energie, ma vorrei soffrire così ogni volta se poi la risultante. Ora cerchiamo di recuperare quanto prima energie sia fisiche, che mentali perchè domenica ci aspetta un’altra sfida tosta, contro il Trastevere”.

APRILIA-FC RIETI 2-3 (p.t. 2-1)

APRILIA (4-3-3): Del Moro; Tassinari (27’st Pace), Valentini, Veroni, Bencivenga; Cioè, Sterpone (6’st Pirazzi), Zeccolella (18’st De Marchi); Bosi, Mosciaro (30’st Matteo), Casimirri (40’st Di Palma). A disposizione: Calisse, Fortuna, Cuscianna, Del Prete. Allenatore: Venturi.

FC RIETI (4-3-1-2): Scaramuzzino; Tiraferri, Biondi, Scardala, Dionisi; Tirelli, Cuffa (1’st Cericola), Scevola; Carrafiello (14’st Graziano); Marcheggiani (45’st Dalmazzi), Scotto. A disposizione: Patella, Ispas, Giunta, Luciani, Mostarda, Piras. Allenatore: Parlato.

ARBITRO: Belfiore di Parma (Vitale e Ricci di Ancona).

RETI: 17’ Mosciaro, 20’ Casimirri (rig.), 34’ (rig.) e 19’st Marcheggiani, 43’st Biondi

NOTE: spettatori 200 circa. Ammoniti: Del Moro, Bencivenga, Cioè, Pirazzi (A), Scevola, Tirelli (R). Angoli: 3-11. Recupero: 2-6.

UFFICIO STAMPA/Marco Ferroni
Foto: Vannicelli/Agenzia PrimoPiano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *